Cinema elettronico

  • Testo
  • Voci correlate
Locandina di Giulia e Giulia, il primo film italiano realizzato abbinando cinema elettronico e alta definizione
Cinema realizzato con la telecamera e registrato su nastro magnetico, in seguito ‘trascritto’ o riversato (reverse) su pellicola cinematografica.
Per quanto riguarda la televisione, la tecnica è stata impiegata già alla fine degli anni Sessanta, pur con notevoli limiti nella ‘definizione’ e nella resa fotografica delle immagini (ad esempio nelle Cinque giornate di Milano di Leandro Castellani (1970). Ha trovato un impiego cinematografico solo in seguito allo sviluppo dell’alta definizione, cioè alla possibilità, grazie alla scansione in un maggior numero di linee, di ottenere immagini elettroniche altrettanto nitide di quelle realizzate con una pellicola di 35 mm e che non perdano la loro definizione nel passaggio dal nastro magnetico alla pellicola.
I vantaggi di tale tecnica risiedono nella possibilità di visionare immediatamente la scena girata e dunque di poterne valutare il risultato senza attendere sviluppo e stampa (ma la recente adozione del video-controllo delle scene filmate permette analoga verifica) e inoltre nella facoltà di simulare varie soluzioni di montaggio, nell’agevole utilizzazione del computer per abbinare le riprese in ‘esterni’ di particolari ambienti alle azioni girate in ‘studio’, ecc.
Il primo film italiano realizzato abbinando c.e. e alta definizione – dopo le esperienze pionieristiche degli anni Sessanta e alcuni brevi film sperimentali del 1983 (Arlecchino, nove minuti di Giuliano Montaldo e Vittorio Storaro) e del 1985 (Oniricon, dieci minuti di Enzo Tarquini) – è stato Giulia e Giulia (1987) di Peter Del Monte.
Negli stati Uniti pioniere del c.e. è stato Francis F. Coppola con una serie di esperimenti costosissimi e un po’ fallimentari. La recente tecnica digitale ha aperto nuovi campi alle realizzazioni di c.e.

L. C.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Castellani Leandro , Cinema elettronico, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (05/12/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
241