High speed

  • Testo
  • Voci correlate
Letteralmente: alta velocità. Nel cinema indica lo scorrimento della pellicola a velocità maggiore di quella usuale di 24 fotogrammi al secondo. Maggiore è il numero dei fotogrammi impressionati ogni secondo, maggiore è l’effetto di rallenty: l’azione e i relativi movimenti appariranno – in un proiettore a velocità standard – rallentati e dureranno quindi più a lungo. Questo intervento ‘dilata’ le azioni oltre la loro effettiva durata reale e dunque può avere finalità narrative (esprimere sentimenti, dare movenze suggestive a persone e cose) oppure visive e scientifiche (rendere visibili movimenti e processi impercettibili a velocità normale).

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
High speed, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (06/12/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
637