Icona

  • Testo
  • Voci correlate
Insieme all’ indice e al simbolo, è una delle tre funzioni segniche individuate dal filosofo americano C. S. Peirce. Più precisamente, l’i. è un segno il cui rapporto con l’oggetto è istituito per somiglianza, semplicemente in virtù delle sue caratteristiche di segno. La fotografia o il ritratto di un personaggio, in tal senso, sono i. di quel personaggio nella misura in cui i loro tratti formali sono chiaramente simili a quelli propri del personaggio reale.
L’esempio della fotografia e della pittura figurativa non è casuale, dato che lo stesso Peirce propone di cercare i segni iconici soprattutto nell’ambito di queste due forme di rappresentazione (nel caso del cinema, invece, il discorso è più complesso, perché le sue immagini presentano tutte e tre le funzioni insieme) distinguendo, poi, tre tipi di i.: l’immagine, il diagramma e la metafora.
Non occorre qui seguire il filosofo americano nella definizione che ne fornisce, anche perché – soprattutto nel caso dell’ immagine e della metafora – questi concetti hanno finito in seguito per caricarsi di significati molto più ampi che ne caratterizzano ancor oggi l’uso in ambito linguistico, semiotico e filosofico.

P. C. R.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Rivoltella Pier Cesare , Icona, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (19/10/2019).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
649