Paratesto

  • Testo
  • Voci correlate
Termine coniato dal critico francese Gérard Genette per definire l’insieme delle marche presenti in un’opera letteraria – oltre il testo – con funzione pragmatica (copertina, titolo, prefazione, introduzione, ecc.).
In semiotica, con questo termine, si indicano: 1) i materiali utili allo spettatore e all’analista per comprendere meglio le logiche culturali e le scelte produttive che hanno condotto alla costruzione di un testo (programmi di sala, dichiarazioni del regista o degli attori, copione, note di regia, foto di scena); 2) le recensioni e gli studi prodotti sul testo in esame. Insieme allo studio dell’intertesto e del contesto, la raccolta della documentazione relativa al p. costituisce uno dei passaggi-base di qualsiasi lavoro di seria interpretazione scientifica di un testo.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Paratesto, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (11/12/2019).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
932