Pubblicista

  • Testo
  • Voci correlate
È il collaboratore di giornali, periodici, radio e televisioni che svolge attività giornalistica non occasionale e retribuita, anche se esercitata unitamente a altre professioni o impieghi (articolo 1 della legge 9 febbraio 1963, n. 69). Si tratta cioè di un giornalista non professionista, iscritto regolarmente nell’apposito elenco istituito presso ogni consiglio dell’Ordine regionale o interregionale.
Per ottenere l’iscrizione all’Albo e ricevere il tesserino dell’Ordine, il p. deve presentare una domanda corredata con le copie dei giornali e dei periodici contenenti gli articoli pubblicati. Deve essere altresì presentata la certificazione del direttore che comprovi l’attività pubblicistica regolarmente retribuita per un periodo di almeno due anni.
I p. sono tenuti a conoscere e rispettare le norme della deontologia professionale.

A. P.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Preziosi Antonio , Pubblicista, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (26/01/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1008