Semiosi

  • Testo
  • Voci correlate
È il processo attraverso il quale un segno funziona come segno, cioè produce senso, significa. Tale processo si realizza nella triangolazione che rinvia dalla superficie significante del segno, da una parte al referente, dall’altra al significato.
A seconda che si assuma il modello semiotico di Peirce o di de Saussure (Semiotica), la s. può configurarsi o come un processo che tende alla chiusura del senso rinviando a un significato (de Saussure), o all’apertura indefinita del gioco dei rimandi in cui ogni segno trova in un altro segno e non nell’ordine dei significati la propria possibilità di essere interpretato (s. illimitata).
Quest’ultima posizione ha autorizzato una ricomprensione filosofica del problema della s. facendo parlare qualche autore (Bettetini) di nominalismo iconico e riportando la discussione sul rapporto tra segno e significato alla querelle medievale sugli universali (nomi, res o concetti?).

P. C. R.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Semiosi, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (20/10/2019).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1125