Tv-movie

  • Testo
  • Links1
  • Voci correlate
La Meglio Gioventù, film del 2003 di Marco Tullio Giordana inizialmente prodotto per la televisione, ma distribuito nelle sale cinematografiche dopo aver vinto il premio come miglior film nella sezione Un certain regard
Termine con il quale si indicano quei film appositamente creati per la televisione e che non entrano nel normale circuito cinematografico. Dal punto di vista della loro confezione, questi prodotti non si differenziano molto dalle opere destinate al grande schermo, se non per la mole di investimenti economici in genere più contenuti rispetto a un film e per il cast, comprendente attori in genere meno noti, ma non per questo meno validi.
Non manca, per quanto riguarda i t.m.¸ una sorta di condizione ibrida, la quale porta tale prodotto a percorrere itinerari differenti da quelli per cui era stato confezionato. Di fatto, a volte, può accadere che un film concepito per la televisione sia destinato, per i motivi più vari (economici, presenza di un attore nel frattempo divenuto famoso, regista che vince un prestigioso premio internazionale, storia narrata che improvvisamente diventa di scottante attualità, ecc.), prima alle platee del cinema che alla diffusione Tv. Talvolta, un’opera inizialmente concepita per il piccolo schermo, può avere una destinazione per la sala cinematografica in una versione ridotta rispetto a quella integrale, poi trasmessa in televisione.

C. T.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Tagliabue Carlo , Tv-movie, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (28/10/2020).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1295