Promo

  • Testo
  • Voci correlate
Breve brano audiovisivo destinato ad annunciare e a promuovere la visione di un programma televisivo, diffuso dalle stesse reti Tv. Si differenzia dallo spot in quanto viene generalmente costruito con immagini tratte dall’opera cui si riferisce e riguarda l’attività stessa delle reti. È la forma più comune di autopromozione delle emittenti televisive, ispirata prevalentemente alla continua ricerca del contatto, tipica della concezione commerciale del mezzo televisivo. Più accentuato, ovviamente, nei canali commerciali, il ricorso sistematico ai p. avviene anche nella programmazione del servizio pubblico per la sua progressiva tendenza ad adottare una logica gestionale simile a quella delle emittenti commerciali.
Caratteristica tipica del p. è la presentazione di immagini di forte impatto che spesso, da un lato, risultano fuorvianti rispetto alla natura e ai contenuti dei programmi annunciati e, dall’altro, contengono scene che – isolate dal contesto – possono risultare inopportune ove proposte in orari in cui è consueto l’ascolto dei minori (anche se la Tv, mezzo di eminente ascolto domiciliare, dovrebbe sempre tener conto dell’occasionalità della fruizione da parte di qualsiasi persona).

A. Z.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Zanacchi Adriano , Promo, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (23/10/2018).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
996