Slogan

  • Testo
  • Bibliografia4
  • Video1
  • Voci correlate
Breve frase che esprime sinteticamente l’idea principale di un messaggio propagandistico o pubblicitario. Presenta, oltre al carattere della brevità e della sintesi, quelli del ritmo e della facile ripetitività. Il termine deriva dalla lingua gaelica, nella quale significa, letteralmente, ‘grido di guerra’ (sluagh = guerra, ghairm = grido), attestando la tendenza della terminologia propagandistica e pubblicitaria ad adottare parole proprie del gergo militare ((Campagna; (Target, ecc.). In pubblicità si tende a sostituirlo con ( headline, benché non sempre compaia ‘in testa’ a un annuncio. Talvolta, anche con claim.
Lo s. costituisce la sede principale delle libertà linguistiche della pubblicità e uno dei banchi di prova delle capacità inventive dei ‘creativi’. Nella sua ideazione, nascono nuovi vocaboli e si utilizzano le figure retoriche più frequenti nella (propaganda e nella (pubblicità. Molti s. sono confluiti nel linguaggio comune, in modo più o meno duraturo, spesso in chiave ludica e sempre con grande vantaggio per chi li ha coniati e diffusi.

Bibliografia

  • ECO Umberto, Dalla periferia dell’impero. Cronache da un nuovo medioevo, Bompiani, Milano 2003.
  • MEDICI Mario, La parola pubblicitaria, Marsilio, Venezia 1986.
  • REBOUL Olivier, Lo slogan, Armando, Roma 1975.
  • VICTOROFF David, Psicosociologia della pubblicità, Edizioni Paoline, Roma 1972.

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Zanacchi Adriano , Slogan, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (25/04/2019).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1161