Modem

  • Testo
  • Bibliografia1
  • Links1
  • Voci correlate
MODulatore - DEModulatore. Dispositivo elettronico che collega un’apparecchiatura terminale dati (detta appunto DTE, Date Terminal Equipment) – un personal computer o un semplice terminale – a una linea telefonica. Ha la funzione di trasformare i segnali digitali provenienti dal DTE in segnali analogici, in grado di modulare la portante telefonica secondo una delle tecniche utilizzate (modulazione di ampiezza o di fase o di frequenza) o secondo una combinazione delle tre. (Onde elettromagnetiche)
In ricezione il m. svolge l’operazione contraria e demodula le onde che arrivano dalla linea telefonica, restituendo i bit trasmessi.
I m. sono classificati, in base alla velocità di trasmissione, in m. a bassa velocità, m. a media velocità e m. ad alta velocità (fino a 56.000 bit/secondo). Per chi vuole collegarsi in Internet il m. costituisce la porta di accesso obbligatoria.
Per gli utenti di personal computer, i m. possono essere interni o esterni: i m. interni tendono a essere più economici e non impiegano una porta seriale, ma hanno l’inconveniente di non poter essere spostati facilmente in un altro PC; i m. esterni hanno peraltro il pregio di disporre di una serie di indicatori che permettono di controllare lo stato della trasmissione/ricezione.

Bibliografia

  • CRAWFORD Sharon, Usare il modem, Jackson Libri, Milano 1996.

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Modem, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (06/05/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
823