Sintetizzatore

  • Testo
  • Links3
  • Voci correlate
EMS Synthi AKS, sintetizzatore analogico portatile prodotto dalla Electronic Music Studios a partire dal 1972.
È uno strumento elettronico che genera suoni, non a partire da manipolazioni di strumenti musicali o facendo vibrare determinati materiali (come avviene in natura e quindi nella musica tradizionale), ma per mezzo di circuiti elettronici (oscillatori, filtri, amplificatori...). In questo modo si possono ottenere sia i suoni classici, sia una gamma di suoni completamenti nuovi, con passaggi e modulazioni impossibili per gli strumenti tradizionali. La disponibilità di queste macchine è una delle cause principali della rivoluzione avvenuta in campo musicale. All’inizio degli anni Sessanta l’ingegnere americano Robert A. Moog propose i primi s. realmente utilizzabili da parte degli artisti; ottenne un tale successo che il nome del progettista indicò per antonomasia lo strumento. I primi s. erano di tipo analogico, i successivi adottarono il linguaggio digitale. In questo modo hanno potuto integrarsi con gli altri strumenti musicali che la microelettronica e i programmatori hanno messo a disposizione degli artisti. (MIDI, Sequencer).

F. P.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce

Note

Come citare questa voce
Pasqualetti Fabio , Sintetizzatore, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (28/11/2020).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1155